Avv Davide Cornalba su indennizzo diretto

0
827
indennizzo diretto

Indennizzo diretto, di che cosa si tratta? Per circolare in auto in sicurezza, oltre che nel rispetto della legge, è fondamentale essere assicurati. Chi non conosce bene il settore spesso fatica a comprendere quale compagnia scegliere e come muoversi nel caso di incidente stradale.

Una cosa senza dubbio importante da approfondire è che il Codice delle Assicurazioni Private, prevede due differenti procedure di risarcimento del danno: quella “ordinaria” e quella del “risarcimento diretto” che viene promossa direttamente dal danneggiato nei confronti della propria compagnia assicurativa. Il risarcimento diretto viene disciplinato nello specifico dall’articolo numero 149 C.d.A. ed ha lo scopo di ridurre i tempi del risarcimento, ma solo se si verificano particolari condizioni.

Questo tipo di risarcimento tutela anche eventuali terzi che erano passeggeri al momento dell’incidente, come leggiamo sul blog dell’Avv Davide Cornalba, l’indennizzo diretto in materia di sinistri stradali, è stato introdotto dal cosiddetto Decreto Bersani, ovvero il DL numero 223 del 2006, che ha modificato il codice della assicurazioni private.

Cos’è e come funziona la Convenzione Card per l’ottenimento dell’indennizzo diretto?

La Convenzione Card è una convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto, si tratta di un accordo tra le compagnie assicurative per risolvere in modo più rapido le pratiche di indennizzo in caso di incidente stradale. Grazie a questa convenzione non serve rivolgersi all’assicurazione della controparte, basta contattare direttamente la propria compagnia e questo come è facile intuire permette di snellire non poco aspetti burocratici e di conseguenza di velocizzare tutto il procedimento.

A differenza della ben nota CID, vecchia convenzione per l’indennizzo diretto, la nuova CARD non prevede che ci debba per forza esse una constatazione amichevole. Prevede un rimborso forfettario, ma per sfruttare questa “scorciatoia” bisogna, come accennato in precedenza, che si verifichino delle particolari condizioni.

La procedura di indennizzo diretto può applicarsi nel caso di urto tra veicoli, solo se i mezzi coinvolti siano solo due. Entrambi i veicoli dovranno essere stati immatricolati in Italia, nella Repubblica di San Marino o nella Città del Vaticano. Dovranno essere stati identificati ed assicurati per l’RCA, ed entrambe le compagnie assicurative (dei due veicoli) dovranno aver aderito alla citata convenzione CARD.

In fine, per optare per questo tipo di indennizzo, i soggetti coinvolti nel sinistro non devono aver riportato lesioni che comportino un’invalidità permanente che superi il 9%. Senza dubbio, in caso di incidente, la prima cosa da fare sarà sempre quella di contattare la propria compagnia assicurativa, in caso di dubbi o particolari situazioni sarà poi senza utile consultare anche il proprio legale di fiducia.