Come si potano gli alberi ad alto fusto?

0
500
potatura alberi ad alto fusto

Uno degli interventi più importanti quando si parla di giardinaggio è sicuramente la potatura alberi ad alto fusto. Sono specie arboree che si possono trovare in modo naturale nei parchi pubblici o nei boschi, come le conifere, gli alberi ornamentali e le latifoglie. La loro caratteristica principale è l’altezza e la delicatezza che richiedono proprio in fase di manutenzione. Non sono sfoltiti per esigenza ma bensì per limitarne la crescita considerando le dimensioni e la zona. Andando a sfoltirli si può controllare la loro forma e la struttura dell’albero soprattutto se si trova in un giardino. Per farlo è necessario l’intervento di potatori alberi ad alto fusto specializzati, poiché si tratta di un’attività che può anche risultare pericolosa.

In che modo si potano gli alberi ad alto fusto

Tali esemplari hanno una forma e un’estetica ben definita e devono essere curati per rimuovere i rami pericolanti o secchi. Per questo motivo gli interventi potrebbero anche essere frequenti, soprattutto se si considera che la caduta dei rami stessi può causare dei disagi. Oltre a rappresentare un pericolo per le persone che si trovano a passeggiare vicino, in particolare se l’albero si trova nel tuo giardino e la tua famiglia è composta anche da bambini.

Gli esperti che sono chiamati a intervenire possono procedere seguendo due tecniche precise. Da un lato c’è l’arrampicata e dall’altra parte esiste la potatura tradizionale.
Nel caso dell’arrampicata si utilizzano funi resistenti e si procede a tagliare ogni ramo con una motosega. E’ considerata una tecnica sicura per tale tipologie di alberi ma è la meno utilizzata. La potatura tradizionale invece prevede l’uso di elevatori per raggiungere i rami da eliminare: è più veloce e adatta per le zone dotate di ampio spazio.
Aspetto fondamentale in termini di spesa è la decisione di eseguire il taglio nel momento opportuno; si evita che l’operazione venga ripetuta di frequente. Come sappiamo ogni tipo di pianta ha delle caratteristiche ed esigenze, e in questo caso è opportuno agire nel mese di marzo, o in aprile nelle regioni settentrionali. Bisogna però sempre rispettare il clima locale, così da stabilire la giusta scadenza degli interventi.

Il ruolo chiave dei potatori di alberi ad alto fusto

Nonostante possa scattare il desiderio di affidarsi al fai da te, nel caso della potatura di questi alberi è preferibile chiedere aiuto a esperti giardinieri che possiedono già grande esperienza. Sapranno come intervenire, quali rami rimuovere e soprattutto che tipo di strumenti scegliere. Tutte le fasi che scandiscono questa attività saranno effettuate in totale sicurezza, trovando un giardiniere che operi da tempo nella tua zona. Non dimentichiamo che, al termine del servizio, potrà offrire una serie di consigli utili per migliorare lo stato di salute dell’albero. E soprattutto dell’intero giardino. Chiaramente l’intervento prevede dei costi: di che cifre parliamo?

E’ doveroso dire che la potatura non è mai un intervento così costoso, anche se per gli alberi ad alto fusto il prezzo sale leggermente, anche in base alle dimensioni stesse della pianta.

  • Alberi alti fino a 20 m: il prezzo varia da 140 a 300€;
  • Altezza compresa tra 21 e 25 m: si sale da 270 a 550€ per albero;
  • Albero che supera i 25 m: si parla di una media che spazia tra 400 e 800€.

Chiaramente il prezzo finale riportato comprende anche la manodopera. E’ opportuno quindi trovare un esperto nella propria zona per risparmiare sia in termini di costi, di tempo e attesa.