Medicina del lavoro: i vantaggi di un buon CRM

0
161
crm-medicina-lavoro

La relazione tra medico e paziente è di vitale importanza al giorno d’oggi, soprattutto in contesti in cui la complessità fa da padrona. In questa casistica rientrano senza dubbio le aziende. Mai come in questo periodo il medico competente deve essere il punto di riferimento – ovviamente fidato – per un’ampia famma di istanze.

Per rendersi conto della situazione, basta ricordare l’arrivo dello smartworking e l’impatto che ha avuto nella vita di chi, fino a un anno e mezzo, lavorava esclusivamente in ufficio. Sono tantissime i dipendenti aziendali che, per esigenze di salute, hanno chiesto di goderne per sempre, con ovvia necessità di un parere del medico competente.

Nell’ottica di ottimizzazione delle pratiche riguardanti gli aspetti appena citati e della costruzione di una relazione positiva capace di durare nel tempo, è opportuno valutare bene la scelta del CRM per la medicina sul lavoro. Nelle prossime righe, abbiamo riassunto gli altri motivi per cui vale la pena sceglierne uno di qualità (e quali sono i criteri da non trascurare).

La gestione dello stress

Il lavoro del medico competente può essere molto stressante. in virtù di quanto ricordato all’inizio dell’articolo, si ha infatti a che fare con una pressione psicologica fortissima. Se a questa si aggiunge anche la difficoltà nel trovare i documenti relativi alla situazione delle singole persone, il carico di stress diventa ancora più ostico da gestire. Un CRM di qualità può aiutare tantissimo da questo punto di vista e, a lungo andare, rappresentare un alleato in grado di scongiurare il rischio di avere a che fare con episodi di burnout.

L’importanza della completezza dei dati

Quando si parla di medicina del lavoro, si chiama in causa un ambito in cui i dati con cui il professionista ha a che fare ogni giorno sono tantissimi e tutti importanti. Per questo, deve esserci sempre la garanzia della massima completezza. Questo è cruciale anche in virtù della necessità di redigere relazioni sanitarie dettagliate. Alla luce di ciò, avere a disposizione un CRM di ottimo livello, contraddistinto anche dalla possibilità di inserire agevolmente grafici e tabelle, può davvero cambiare la vita.

Criteri di scelta

Nelle righe precedenti, abbiamo fatto cenno ai criteri di scelta di un CRM di qualità per il medico del lavoro. Quali sono i principali? Eccone alcuni da considerare oltre alla fruizione da mobile:

  • Facilità nella conversione dei documenti nei vari formati digitali (Word, PDF, Excel etc.)
  • Intuitività: il medico del lavoro, come già detto, è un professionista che è sottoposto ogni giorno a un carico di stress considerevole. Ecco perché gli strumenti digitali che utilizza devono essere immediatamente comprensibili e caratterizzati dalla massima chiarezza e usabilità.
  • Sistemi di archiviazione avanzati: la professione del medico del lavoro implica la necessità di interfacciarsi con numerose aziende. Alla luce di ciò, nel momento in cui si sceglie il CRM per la gestione del proprio lavoro quotidiano è necessario orientarsi verso soluzioni caratterizzate da sistemi di archiviazione avanzati. Giusto per capire l’importanza di questo aspetto, rammentiamo che, per svolgere il suo lavoro in maniera efficace, un medico competente ha bisogno, per esempio, di avere le idee chiare sui nominativi dei lavoratori che non prestano più servizio presso una determinata azienda. Da non dimenticare è poi l’importanza di accedere in maniera agevole agli ultimi accertamenti riguardanti ciascun dipendente.

Un cenno specifico deve essere dedicato alla presenza di funzionalità in grado di consentire un’agevole gestione dei corsi di formazione. L’e-learning, da diverso tempo ormai, è una tendenza inarrestabile e riguarda anche i corsi obbligatori legati alla sicurezza in azienda.

Infine, non va mai messo in secondo piano il customer care: abbonarsi a un CRM che ha alle spalle un’assistenza efficiente è senza dubbio la scelta migliore che si possa fare!