Come prepararsi in vista di un colloquio di lavoro?

0
132
come prepararsi per un colloquio di lavoro

Al giorno d’oggi, Internet è un potente alleato in ogni ambito. La rete, infatti, mette a disposizione diversi canali e strumenti utili per la ricerca di posizioni aperte all’interno delle aziende, di bandi e concorsi nel settore pubblico e di opportunità di altro genere (come corsi di formazione, ecc.). Proprio per questo è diventato molto più semplice, rispetto al passato, trovare nuovi annunci di lavoro e inviare la propria candidatura.

Uno dei metodi per utilizzare il web nella ricerca di un impiego è quello di compilare dei form – come, ad esempio, quello presente nella sezione Lavora con noi di un sito aziendale – o, in alternativa, contattare il potenziale datore di lavoro con una e-mail. Se la proposta va a buon fine e il proprio profilo è ritenuto compatibile con la figura mancante, probabilmente si riceverà una risposta scritta o telefonica. nella quale verrà chiesto di fissare un colloquio.

Colloquio che può svolgersi tramite intervista telefonica, via webcam o in presenza, con modalità differenti a seconda del caso: da soli, in gruppo, ecc. A tal proposito, quindi, è molto utile informarsi in anticipo, così da prepararsi a gestire la situazione.

La prima impressione: evitare qualsiasi fonte di disturbo

Gli esperti sottolineano come il giudizio nei confronti di una persona appena conosciuta venga formulato nel giro di pochi secondi. La prima impressione gioca un ruolo determinante. Considerato ciò, è possibile sfruttare la situazione a proprio favore? E, se sì, a quali aspetti dare attenzione?

Sicuramente è importante arrivare puntuali all’appuntamento o, meglio ancora, con qualche minuto di anticipo. Inoltre, è bene scegliere un abbigliamento adatto al contesto e che ci faccia sentire a nostro agio.

Il linguaggio del corpo: comunicare tranquillità e sicurezza

Non solo il look, ma anche il linguaggio non verbale trasmette molte informazioni su di sé.

Ci riferiamo, in particolare, alla postura e alle espressioni facciali: se la muscolatura è tesa, la schiena e le spalle si incurvano e lo sguardo resta fisso sul pavimento, l’immagine che ne emerge è quella di una persona insicura. Bisogna, invece, cercare di trasmettere calma, convinzione in quello che si dice e sicurezza di sé.

Infine, attenzione al tono della voce: non occorre parlare a un volume molto alto, ma rispondere alle domande con sicurezza e scioltezza, senza troppe esitazioni. Un buon esercizio, a tal proposito, è ripetere più volte una breve presentazione, con alcuni dettagli importanti della propria carriera scolastica e lavorativa. Ciò aiuterà ad acquistare maggiore sicurezza e a mostrare i propri punti di forza.