Il lavoro del consulente di Digital Marketing

0
477
consulente SEO

Le professioni digitali sono numerose e sempre più varie. Sono in continua evoluzione e investono in tutte le aree: marketing e comunicazione, programmazione e sviluppo, progettazione e gestione di progetti, creazione di contenuti e molto altro.

Per far luce sulle specificità e le sfide dei professionisti del web, stiamo continuando la nostra serie di interviste e oggi ci troviamo con Giulio Stella che lavora come consulente digital marketing presso gstarseo.it.

Puoi presentare la tua formazione iniziale e il tuo background professionale?

Ho una laurea triennale in marketing, dopodiché sono volato dall’altra parte del mondo in Australia per fare esperienza. All’epoca non esisteva ancora la formazione in web marketing, ma i 4 anni di esperienza all’interno di realtà consolidate ed agenzie, mi hanno permesso di affinare le mie competenze e acquisire un solido background.

Come molti professionisti del web, non sono sempre stato nel mio ruolo attuale. Ho iniziato in una posizione molto operativa in cui mi occupavo principalmente delle campagne e delle performance. Dopo tre o quattro anni sono passato a una posizione di maggiore responsabilità, dove interagivo con i clienti e oltre alla gestione di un portafoglio clienti, c’era la gestione di altri tre account manager. Nel 2017 sono diventato un consulente di marketing online. Anche se ho mantenuto il mio portafoglio clienti, questa funzione di consulenza è molto più interfunzionale, poiché mi porta ad intervenire con ogni cliente dell’agenzia che ha esigenze specifiche nella strategia digitale.

Chi sono i clienti con cui lavori?

Lavoriamo con una vasta gamma di aziende, dalle piccole imprese ai grandi clienti. Pertanto, a seconda dell’azienda, gli interlocutori sono molto vari. Collaboriamo ovviamente con i manager, ma anche con i responsabili della comunicazione e del marketing, ad esempio i responsabili dell’e-commerce o i gestori del traffico.

Qual è il tuo ruolo nella tua azienda?

Supporto i clienti nella definizione e realizzazione delle loro azioni digitali. In concreto, devo capire le loro esigenze, definire con loro gli obiettivi e guidarli in un mondo molto in movimento e non sempre facile da capire per una persona esterna. Dal pensiero strategico attraverso l’implementazione di siti web (design, ergonomia) e leve di web marketing (SEO, SEM, social network, display, ecc.). Il mio lavoro consiste nel fornire indicazioni per rafforzare la loro presenza digitale, tenendo conto delle loro esigenze, vincoli e risorse.

Che aspetto ha una giornata tipo per un consulente di strategia digitale?

È molto difficile descrivere una giornata tipo. Nessun giorno è uguale, ed è questo che rende questo lavoro così interessante. Come regola generale, la giornata inizia con la gestione corrente (email, monitoring delle campagne, reportistica ecc.) Per fare il punto sul regolare svolgimento delle operazioni messe in atto con i nostri clienti. Perché, se vogliamo portare nuove soluzioni sul tavolo, siamo anche e soprattutto nell’azione. È quindi necessario verificare che tutte le nostre azioni siano coerenti e producano risultati tangibili e soddisfacenti. Ciò comporta un monitoraggio statistico regolare, azioni di ottimizzazione o anche azioni correttive, se necessario. La giornata è anche scandita da incontri con nuovi clienti, nuove agenzie e nuovi fornitori di servizi per continuare a sviluppare le nostre competenze.

La seconda parte del mio lavoro è assicurarsi che i nostri clienti siano soddisfatti. L’obiettivo è garantire la coerenza complessiva del progetto e che i risultati arrivino. In qualità di consulente di web marketing, è anche importante dedicare del tempo a pensare in modo più specifico a progetti, benchmark o missioni di supporto specifiche che richiedono un’analisi approfondita. In altre parole, le giornate sono impegnative e non ho tempo per annoiarmi!

Quali sono stati i recenti sviluppi nella tua professione?

L’evoluzione digitale è sentita soprattutto dal cliente, che può sentirsi sopraffatto dalla moltitudine di azioni da intraprendere per ottimizzare la propria presenza sul web. Questa sensazione è accentuata dalla concorrenza sempre più agguerrita tra le aziende. Internet non è più l’Eldorado di qualche anno fa. La strategia digitale è diventata una leva essenziale per il loro sviluppo e questo richiede un investimento reale da parte degli imprenditori. L’altro trend fondamentale che sta prendendo piede nelle nostre attività è quello dei dati. Questa cultura dei dati degli utenti di Internet ci permetterà di andare molto oltre nell’acquisizione di audience, grazie a un targeting raffinato, fino alla trasformazione sui siti dei clienti, a seconda della navigazione dell’utente di Internet. Gli scenari digitali che stanno emergendo nel prossimo futuro sono davvero stimolanti.

Quali sono le qualità e le competenze essenziali per esercitare la tua professione?

Bella domanda! E’ necessario aver acquisito una visione operativa sul campo, che consentirà di misurare adeguatamente la specificità di ciascuna area di competenza. Fondamentale quindi l’esperienza di web marketing. In seguito dobbiamo avere affinità con la pedagogia poiché la nostra missione implica la divulgazione del nostro discorso. Secondo i partner con cui scambiamo, non tutti hanno lo stesso background tecnico. Devi sapere come tradurre al cliente le azioni che sarai in grado di svolgere. E viceversa, sarà necessario tradurre tecnicamente le aspettative espresse da questo cliente.

Per quanto riguarda il mio lavoro, non esiste una formazione perfetta o una scuola. Esistono dei corsi, che sono buoni per acquisire le basi, ma c’è bisogno di testare le proprie competenze facendo prove con progetti diversi.. La nostra principale fonte per continuare a sviluppare competenze rimane la fase di testing, è solamente testando che scopriamo cose nuove. Da qui il vantaggio di lavorare in un’agenzia multi-cliente e multi-settore: tutti attingiamo alle nostre esperienze, alla nostra competenza e al nostro monitoraggio. Ogni settimana viene posto un focus specifico per identificare le tendenze attuali, alle quali tutti sono chiamati a partecipare.

Se dovessi consigliare qualcuno che vuole fare il tuo lavoro, cosa diresti?

Il consulente si avvicina a un project manager. Devi quindi essere organizzato, rigoroso ed essere un buon comunicatore. Le relazioni sono una delle chiavi di questa professione. Al di là di queste qualità personali, è necessario anche avere un certo gusto per i numeri, soprattutto con l’arrivo dei dati. Oggi, il vantaggio del Web è che può misurare tutto, tenere traccia di tutto e analizzare i risultati per confrontarli.